1. Notizie
  2. Un coach professionista è come un "Monopattino elettrico con navigatore intelligente"

Un coach professionista è come un "Monopattino elettrico con navigatore intelligente"


Un coach professionista è come un
Un giorno durante una sessione di mentoring un mio stimolante Mentor Coach mi chiese: se tu dovessi, usando un linguaggio semplice privo di “tecnicismi”, spiegare a un cliente non addetto ai lavori cosa fa un coach e che vantaggi si possono ricavare dall’intraprendere un percorso di Coaching con lui, cosa gli diresti?

😯 😯 😯

… bella domanda… sfidante… ci ho dovuto ragionare un po’, ma alla fine ho colto la sfida e questa è la mia risposta :-)

Hai presente quei monopattini elettrici con cui, negli ultimi tempi, si vedono viaggiare varie persone per le vie delle nostre città?

Ecco, caro cliente, intraprendere un percorso di Coaching con un Coach è un po’ come usare un "monopattino elettrico con navigatore intelligente”.

Quando scegli di “viaggiare” con lui, trovi supporto per arrivare più rapidamente da un punto A (stato attuale) ad un punto B (stato desiderato) e il viaggio è un’esperienza di completa libertà, responsabilità, auto-miglioramento consapevole e azioni ad alto impatto per la concreta realizzazione dei (tuoi) risultati. 🎯

✅ Infatti, come quando utilizzi un monopattino, un coach è un semplice “mezzo di trasporto” perché:

🔸 Non ti dice dove andare, chi guida e decide dove vuoi arrivare sei tu

🔸 Durante il tragitto non cerca di capire né dirti i motivi profondi per cui tu guidi in un modo o in un altro, non è uno psicologo.

🔸 Neppure ti dice come devi guidare per arrivare dove vuoi, Coaching e Consulenza sono cose diverse

🔸 Non si limita a insegnarti delle tecniche di “guida efficace” come potrebbe fare un formatore


✅ Al contempo un coach, come il monopattino elettrico, è anche ecologico perché:

🔸 Non ti giudica e ciò che gli dici durante gli incontri rimane completamente riservato (tranne il caso in cui ciò che il cliente persegue sia illecito da un punto di vista legale o possa causare volutamente danno all’“ecosistema” in cui è inserito).

🔸 Non ti obbliga a nulla né ti chiede di rendergli conto di nulla, perché ha fiducia in te e rispetta la tua autonomia nel realizzare i piani operativi che hai ideato con lui per raggiungere i risultati che cerchi.

🔸 Non è concentrato su di sé né sulla propria auto-celebrazione, perché riconosce che la responsabilità e il merito dei risultati che raggiungi sono tuoi.

🔸 Se tu acceleri lui ti permette di aumentare la tua andatura, se deceleri o decidi di fermarti puoi proseguire a piedi per conto tuo e riprenderlo quando vuoi andare più veloce o più lontano


✅ Infine il nostro monopattino coach è un “navigatore intelligente”, perché è esperto nella costruzione di obiettivi ben formati e prima e durante il tuo viaggio ti supporta nel focalizzare i TUOI obiettivi e ideare le TUE strade/strategie per raggiungerli.

🔸 Allo stesso tempo un Coach è anche più di un “semplice navigatore meccanico alla google maps” e quindi,  durante il percorso di coaching, non si limita a segnare dove ti trovi e la tua destinazione suggerendoti eventuali opzioni di strade alternative.

🔸 Durante il tragitto, in esclusivo spirito di alleanza, un Coach ti fornisce anche supporto nella ri-scoperta e valorizzazione delle tue risorse, così da utilizzarle pienamente e al "meglio del migliore sviluppo" del tuo potenziale.

🔸 In ottica miglioramento delle tue performance e accrescimento della concreta possibilità di raggiungere i risultati che cerchi, ad esempio, potrebbe chiederti:

✔️ Quali strade puoi prendere per arrivare dove vuoi?

✔️ Che caratteristiche deve avere la strada che vuoi percorrere fino a dove vuoi arrivare?

✔️ Quali sono le conseguenze collegate alla strada che hai scelto, per te e per gli altri?

✔️ Quali risorse hai e come acquisire quelle in più che ti servono per il viaggio?

✔️ Quando partirai e da cosa capirai concretamente di essere arrivato a destinazione?

✔️ Che potenziali ostacoli potresti incontrare e come prevenirli e gestirli?

✔️ Cosa hai imparato sul tuo modo di guidare fino a qui?

✔️ … ?

🔸 Inoltre, un buon monopattino Coach ha anche una metodologia efficace di conduzione delle sessioni di Coaching già testato e al contempo sa riconoscere i tuoi “toni” emozionali, i meccanismi motivazionali e i tuoi modi e ritmi di apprendimento, così da adattarsi alle tue specifiche caratteristiche ed esigenze. Insomma, un buon Coach non è un integralista del metodo, ma è in grado di integrare intenzionalmente le proprie conoscenze e tecniche così da supportarti con flessibilità “su misura” della tua unicità.

Adesso osserva lo zoom dell’immagine della foto collegata all’articolo:


Casco Coach ICF

come mai sul manubrio del monopattino c’è appoggiato un casco?

Il motivo è che ormai c’è un esubero di offerta di "monopattini coach" di diverse marche/qualità e purtroppo molti sono dilettanti improvvisati che fanno danno a clienti e a tutta la categoria professionale.

Come Coach, in linea con la politica societaria della NOE Formazione di Bergamo di cui sono co-titolare insieme alla  socia Laura Beretta, ritengo importante che chi sceglie di avvantaggiarsi attraverso l’investimento su di sé (o i propri collaboratori) intraprendendo un percorso di Coaching, si possa dotare di un "dispositivo di protezione" che lo assicuri di affidarsi a Coach professionisti preparati ed etici.

Qual è il “casco” che ti propongo di indossare prima di “ingaggiare” un Coach?

Chiedigli di poter avere delle referenze sul suo lavoro e, se possibile, di poter parlare con alcuni clienti che hanno svolto percorsi di Coaching con lui (o, se ti rivolgi ad una società, con i loro coach).

Verifica che il tuo “candidato” Coach abbia svolto un percorso di formazione serio per svolgere il suo lavoro (per intenderci non solo una cosa da un weekend di due giorni e via). Meglio se lo ha fatto in una scuola accreditata presso un’organizzazione parimenti seria come, ad esempio, ICF (la Federazione Internazionale Coaching).

🔴 Oltre ad essere una delle organizzazioni maggiormente riconosciute a livello mondiale, per essere in possesso di una qualifica ICF i Coach devono infatti aver seguito un percorso formativo per favorire lo sviluppo di competenze specifiche, aver sostenuto un esame teorico/pratico, aver maturato esperienza sul campo, provvedere alla propria formazione continua e rispettare gli standard di comportamento etico fissati dal Codice di Condotta ICF che puoi trovare cliccando qui

Il fatto che un Coach abbia scelto di investire e continui a investire per l’acquisizione e il mantenimento del “casco ICF”, è un buon indizio garanzia di avere a che fare con un professionista consapevole del fatto che, per solcare in monopattino le strade della vita, sia fondamentale prendersi cura di sé e dei propri clienti “passeggeri guidatori” e dell’ecosistema in cui sono inseriti.

Federico Olivati

Socio NOE Formazione, Coach e Trainer Corsi Public speaking , Tecniche di Vendita e Negoziazione Persuasive (ed etiche) , Comunicazione Efficace Immediata

NEWSLETTER

La tua privacy è importante per noi!

Dichiaro di aver letto, compreso e approvato le condizioni indicate nella Privacy Policy. Do il CONSENSO al trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 sulla protezione dei dati personali (GDPR).
*