1. Notizie
  2. 10 suggerimenti pratici per accendere il tuo cervello, anche se non ne ha voglia. (1 di 2)

10 suggerimenti pratici per accendere il tuo cervello, anche se non ne ha voglia. (1 di 2)


10 suggerimenti pratici per accendere il tuo cervello, anche se non ne ha voglia. (1 di 2)
Immagino tu abbia già letto l'articolo su come funziona il tuo cervello e cosa c'entra la lampadina del frigorifero di casa con il suo funzionamento.

Se ancora non l'hai fatto, fallo prima di proseguire questo articolo, perchè poi ti sarà più facile capire e applicare i suggerimenti pratici che sto per condividere con te: fallo ora cliccando qui.

Bentornato! adesso che hai capito come funziona, sei curioso di sapere quali sono i suggerimenti facili da capire e semplici da applicare per accendere il tuo cervello anche quando non ne ha voglia (ma tu sì)?

Mantieni attivi i tuoi 7 watt e leggi i primi 5 suggerimenti tutto di un fiato, perchè poi ti farà piacere averlo fatto! :-)

1. Multi che?

Ora che conosci il principio cardine del risparmio energetico del nostro cervello, hai ancora qualche riserva sul fatto scientificamente dimostrato che per il 97% della popolazione il multi-tasking sia un mito sopravvalutato e foriero di DI-stress (nocivo)?

Questo è ancor più vero per gli uomini (me compreso), ma anche per le donne.

Se credi di rientrare nel 3% multitasker, sappi che studi hanno evidenziato che quando pensi di fare più cose contemporaneamente, in realtà quello che attua il tuo cervello è passare con rapidità da una cosa all'altra.

Questo è più dispendioso di energie (da cui il DI-stress) e, in più, spesso fai anche tutto peggio di come faresti portando a termine una cosa per volta.

Inoltre, è stato dimostrato anche che, senza accorgimenti come quelli che stai scoprire, i tempi di attenzione consecutiva massima che può sostenere il nostro cervello è mediamente di 40-50 minuti.

Adesso hai capito?


Come dici?


Tu non hai tempo e non puoi limitarti a fare una cosa per volta, perchè devi farne per forza tante insieme o comunque  trovi stimolante il multi-tasking?
In questo caso ho una domanda e un invito per te.

Ecco la domanda: visto che non hai tempo, con quante palline pensi sia realistico fare il giocoliere prima che ti cadano a terra costringendoti a riiniziare tutto da capo perdendo un sacco di tempo in più?

Se invece sei un fan del multi-tasking e lo utilizzi perchè lo trovi stimolante (ognuno è libero di pensarla come vuole), il mio invito è quello di proseguire la lettura al punto successivo.

2. Per tutto questo ci sarà un perchè.

Inizia a praticare una sana selezione: basta "fare per fare", prima capisci per cosa vale la pena utilizzare le tue energie!

Fermati un attimo e chiediti cosa ci guadagni a fare quello che devi o (meglio) vuoi fare. Alcune cose possono essere delegate e sono solo perdite di tempo che levano preziosi spazi da dedicare ad altro di più produttivo.

Altre sono importanti, ma non sei necessariamente tu l'unica persona che può portarle a termine: c'è qualcuno, magari anche più competente di te per quello specifico lavoro, che puoi (ed è utile) coinvolgere?

Se invece non puoi delegarle, ma fatichi a trovare la tua motiv-azione a farle e cerchi uno spunto pratico energizzante, eccolo.

Rispondi a questa domanda di Coaching: perchè fare quello che vuoi o devi fare?  Cosa ci guadagnerai concretamente una volta portato a termine?

Interrompi la lettura finchè hai trovato la risposta!

Una volta trovata la risposta sintetizzala in una parola scritta.

Fatto?

Bene, adesso traduci quella parola in un'immagine a colori disegnata su un post-it e fotografala con il tuo cellulare (per il cervello è meno dispendioso ragionare per immagini).

A questo punto attacca il post-it nella tua zona di lavoro e guarda la foto dell'immagine sul tuo cellulare (puoi renderla sfondo) tutte le volte che senti un calo motivazionale: avrai chiara l'immagine del concreto perchè vale la pena soddisfazione darti da fare.

3. Chi NON si accontenta gode.

Questo suggerimento te lo dico rapido e diretto. Se non hai trovato la risposta motivante dopo la ricerca suggerita al punto 1 (o l'hai trovata, ma è poco motivante), meglio lasciare perdere quella attività e dedicare le tue energie a qualcosa di più...energizzante.

Devi per forza fare qualcosa anche se non è motivante o, peggio, la risposta che hai trovato è de-motivante?
Continua a leggere ed usa uno degli altri suggerimenti.

4. La magia di un cameriere che puoi usare anche tu.

La magia che sto per rivelarti è collegata a quello che in psicologia si chiama effetto Zeigarnik, nome di una psicologa che aveva notato una cosa piuttosto misteriosa.

In un ristorante il cameriere, prima di andare in cucina per lasciare la sua ordinazione, faceva il giro di altri tavoli e ogni volta non prendeva mai un appunto, ma a lei e agli altri commensali arrivava sempre il piatto che avevano scelto.

WOW! Come era possibile?

In più, dopo che aveva dato tutti gli ordini in cucina, se gli si chiedeva cosa avevano ordinato le persone il cameriere faceva invece confusione e non lo ricordava.

Per farla breve, il punto è che quando iniziamo a fare qualcosa impegnandoci viene attivata un’area del nostro cervello che, già che si è "acceso", vuole almeno finire quello che ha iniziato per poi tornare in stato di equilibrio a risparmio energetico.

Come puoi usarlo?

1) Prima di tutto bisogna che inizi quello che ti sei ripromesso di fare! ;-)
 

2) Una volta iniziato, a un certo punto interrompi quello che stai facendo prima di finirlo: questo ti permette di recuperare energie con 5 minuti di rilassante riposo (che non significa fare un altro lavoro) e lascia accesa in stand-by a basso consumo energetico la lampadina del frigorifero che hai nella scatola cranica (che rimane comunque semi-attiva). Questo accorgimento spingerà il tuo cervello a riattivarsi rapidamente a pieno regime massimo quando riprendi a lavorare, pur di farti portare a termine quello che avevi iniziato.

Prima di proseguire questo paragrafo interrompi la lettura per 30 secondi e poi torna di nuovo qui per scoprire la cosa più importante strettamente collegata a quello che hai appena letto.

5. Il potere della fine di questa puntata.

Hai appena dato prova pratica di quello che ti sto suggerendo.

Perchè hai ripreso la lettura?

Per un effetto psicologico collegato a quello del punto precedente, e che fra noi chiameremo "effetto beautiful".

Se hai mai visto una puntata di una soap opera, avrai constatato personalmente quello di cui sto per parlarti.

Anche se di solito la trama della puntata è piuttosto scontata e banale, tu ti ritrovi a dare un'occhiata anche alla successiva a quella che stai guardando, se alla fine di questa è stato creato quello che sto per dirti ora... la suspense!!

Alla fine del paragrafo precedente ti ho detto che ti avrei rivelato la cosa più importante al punto successivo e tu...
hai continuato a leggere per conoscerla!

Il cervello è come un bambino curioso che, se con qualche trucco susciti la sua curiosità, vuole sapere "come va a finire".

Ma come accendere la curiosità del tuo cervello autonomamente, senza qualcuno che te la susciti come ho appena fatto ora con questa ulteriore domanda?

Quando arrivi in un punto stimolante del tuo lavoro e ti rendi conto che è accesa la tua curiosità, evita di finirlo.

Se leggi un libro o un documento non terminare il paragrafo o l'ultima riga che stai leggendo o, ancora, se stai scrivendo lascia l'ultima frase a metà e fai una una pausa prima di concluderla: il tuo cervello, rimarrà "acceso", curioso e motivato finchè non avrai finito quello che hai iniziato.
Effetto Zeigarnik + Curiosità = Energia assicurata!

Questi i primi 5 suggerimenti pratici.

Perchè pratici?

Perchè sono più concreti di una semplice teoria, li ho testati tutti personalmente e...funzionano!

Però sono pratici anche perchè, per funzionare, vanno messi in pratica!
Nel tuo caso, mi chiedo di chi sia la responsabilità di utilizzarli...

E se prima di proseguire con i prossimi 5 suggerimenti, ti dicessi che sono quelli dalla cui applicazione ricaverai i risultati migliori e che ti daranno le maggiori soddisfazioni in tutto riposo (senza rischi e fatica) ?

Troveresti interessante sapere quali sono?

Sono sicuro che hai risposto di, e che quindi adesso cerchi (trovandolo facilmente) l'articolo nella sezione news che trovi cliccando qui :-)

Federico Olivati

Coach e
Trainer Corsi Public speaking , Tecniche di Vendita e Negoziazione Persuasive (ed etiche) , Comunicazione Efficace Immediata

Via Pescaria, 1
24123 Bergamo, BG
Italia

  • Lingue straniere e turismo
    +39 338 5363807
  • Comunicazione e coaching
    +39 329 2087639